Visualizzazioni totali

giovedì 12 aprile 2012

La centesima pagina

Con quello di oggi si inaugura un nuovo appuntamento settimanale per il blog, quello dedicato alla centesima pagina dei libri che ho amato. Pescherò qua e là tra classici, autori contemporanei, testi teatrali e (ovviamente) genere fantastico.


Era scontato che il post di esordio della nuova rubrica fosse dedicato al fantasy dei fantasy, Il Signore degli Anelli.


Cliccando qui verrete indirizzati alla recensione del libro.


LA CENTESIMA PAGINA



La Compagnia dell'Anello, J.R.R.Tolkien, Mondolibri, 2003


"Non ho altra scelta, Sam" disse Frodo triste e accorato. Si era improvvisamente reso conto che abbandonare la Contea significava una separazione molto più dolorosa di un semplice addio alle sue piccole domestiche comodità di Casa Baggins. "Devo assolutamente partire. Ma se mi sei veramente affezionato" e dicendo ciò guardò fisso Sam, "se mi vuoi veramente bene, sarai muto come una tomba. Altrimenti sai che ti succede? Se ti lasci scappare una sola parola di quel che hai sentito, mi auguro che Gandalf ti tramuti in un rospo macchiato e riempia il giardino di orribili serpi".
Sam cadde in ginocchio, tremante. "Alzati, Sam" disse Gandalf. "Ho in mente una soluzione migliore. Qualcosa che ti terrà la bocca chiusa e t'insegnerà ad ascoltare i discorsi degli altri. Partirai col signor Frodo!"
"Io, signore!", gridò Sam, balzando in piedi come un cane invitato a fare una passeggiata. "Io vedere gli Elfi e tutto il resto! Meraviglioso!", esclamò entusiasta e scoppiò in lacrime.







Nessun commento:

Posta un commento