Visualizzazioni totali

lunedì 27 febbraio 2012

Incipit



Oggi ho deciso di inaugurare un nuovo "angolo" di questo blog.
Ogni lunedì, potrete leggere l'incipit di un libro che fa parte della biblioteca della mia vita.
Il primo incipit che vi propongo appartiene a un romanzo che ha segnato la mia infanzia, gettandomi di forza in un mondo avventuroso di pirati e tesori, che ancora oggi 
mi affascina e mi fa sognare.





Il signor Trelawney, il dottor Livesey e gli altri gentiluomini mi hanno chiesto di mettere per iscritto tutti i dettagli riguardanti l'Isola del Tesoro, dal primo all'ultimo, senza omettere nulla salvo la posizione dell'isola, e questo solo perché una parte del tesoro non è stata ancora portata alla luce. Perciò nell'anno di grazia 17... prendo in mano la penna e torno al tempo in cui mio padre gestiva la locanda dell'"Ammiraglio Benbow" e al giorno in cui il vecchio uomo di mare, abbronzato e sfregiato da una sciabolata, prese per la prima volta alloggio sotto il nostro tetto.

[Robert Louis Stevenson, L'isola del tesoro, 1883, traduzione di Richard Ambrosini, Garzanti, 2000]


Nessun commento:

Posta un commento